|
Facebook   Twitter   previsioni meteo tourtour fotografico mail contatti
LogoComune di MenaggioScelta lingua Italiano English Deutsche Francais
Agosto a Menaggio
<--- Back

 Lungolago  il porticciolo
Agosto è  un bel mese per vistare Menaggio e il Lago di Como. Fermarsi sul splendido lungolago fiorito di Menaggio ad osservare il panorama lacustre è sicuramente un’esperienza suggestiva.  Le serate vengono spesso animate da manifestazioni musicali, da esposizioni d'arte e da piccoli mercatini d'artigianato riportati sul programma settimanale.
Nel centro storico, come nelle frazioni,  non mancano eredità artistiche importanti come i resti delle mura del castello nella parte medievale del paese e la lapide funeraria romana di  Minicio Exorato. Per scoprirli si può seguire l’itinerario storico di Menaggio e le sue frazioni Croce, Nobiallo e Loveno. Per le famiglie l'ufficio turistico propone un divertente itinerario a quiz da seguire insieme all’itinerario del centro

Qui sotto i nostri consigli che ti guideranno alla scoperta di questo bellissimo territorio

 

COSA FARE A MENAGGIO

 7 itinerari consigliati 

 Bellagio  villa monastero
Lunedì: Alla scoperta del Centro Lago.

Si acquista,  presso lo sportello della navigazione,  il biglietto cumulativo di libera circolazione per il centro lago che vi permette di spostarvi a piacere da un paese all'altro con il battello oppure con il traghetto.  Comprende le seguente soste: Varenna, Bellagio, Cadenabbia, Villa Carlotta, Tremezzo e Lenno. Si inizia la giornata con una visita alla Villa Carlotta, edificata intorno al 1690,  con il suo meraviglioso parco botanico ricco di varie specie arboree e floreali. Al suo interno ha sede il museo omonimo, dedicato allo stile neoclassico. La villa è aperta dalle 9.00 alle 18.30. Dalla villa si segue la passeggiata al lago fino a Bolvedro. Lungo la passeggiata si incontra il Grand Hotel Tremezzo (1910), i portici Sampietro sotto i quali si affacciano negozi, ristoranti e caffè e il bellissimo parco Olivelli. Raggiunti la Villa La Quiete risalente al primo Settecento con il suo notevole giardino all'italiano, si ritorna sui propri passi fino all'imbarcadero di Tremezzo. Ci s'imbarca per Bellagio situata all'estrema punta del promontorio che divide il Lago di Como in due rami. All'ufficio turistico presso l'imbarcadero di Piazza Mazzini potete trovare l'itinerario storico di Bellagio e due interessanti passeggiate nelle frazioni. A ca. 1 km a sud dell'imbarcadero si trova la Villa Melzi costruita nel 1808. Il bellissimo parco che la circonda fu il primo esempio di giardino all'inglese sul Lago di Como.  Il giardino è aperto dalle 9.30 alle 18.30. Da Bellagio ci s'imbarca per Varenna, con le sue coloratissime case dominato dal Castello di Vezio. Dall'imbarcadero si percorre la panoramica Passeggiata degli Innamorati, ricavata tra la roccia e l'acqua,  che porta al cuore del paese, fatto di ripide viuzze e scalinate che nascondono angoli pittoreschi e testimonianze architettoniche importanti, come la medioevale Chiesa di S. Giorgio e le Ville Monastero e Cipressi. Il castello di Vezio, che ospita una falconeria, è raggiungibile dall'imbarcadero con un percorso in salita di ca. 30 min.

 

 Lenno Sacro Monte di Ossuccio

Martedì:  Alla scoperta di Lenno.

Il paese di Lenno è raggiungibile con l’autobus linea C10. Al mattino si svolge un vivace mercato sul lungo lago. Affacciata sullo splendido Golfo di Venere, Lenno è custode di numerosi edifici religiosi, considerati veri e propri gioielli artistici. Ne sono esempio la suggestiva cripta della parrocchiale di Santo Stefano e il Battistero romanico a pianta ottagonale nella piazza XI Febbraio. Uno delle più suggestive ville del lago,  la Villa Balbianello, è situata sul promontorio del Lavedo. Fu costruita alla fine del 1700 per il Cardinale Angelo Maria Durini. La villa è aperta dalle 10.00 alle ore 18.00. ultimo ingresso al giardino ore 17.15 ultimo visita agli interni ore 16.30 (a seconda della disponibilità di posti) .
Da Lenno si può risalire il Sacro Monte di Ossuccio. Tra il 1635 e il 1714 furono costruite le 14 cappelle dedicate ai misteri del rosario lungo un viale che conduce al Santuario della Madonna del Soccorso situato a 400 m di altitudine, all’inizio della Val Perlana. Data la sua importanza storico-artistica, il complesso è stato dichiarato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Vedete la descrizione di questo itinerario circolare di ca. ore 1.30. Ritorno a Menaggio in autobus linea C10.

 

 passegiata Dongo - Gravedona   S. Maria del Tiglio a Gravedona

Mercoledì: Alla scoperta dell’Alto Lago.
 
Si prende il bus linea C10 da Menaggio  da Piazza Roma fino a Dongo. Si scende alla fermata in piazza Parrucchini, dove il 27 aprile 1945, furono condotte Benito Mussolini e alcuni dei suoi ministri catturati sulla strada tra Musso e Dongo. Questi fatti sono rievocati nel Museo della Fine della Guerra  all’interno del Palazzo Manzi (aperto dal 1 aprili a fine ottobre dalle 10.00-13.00 / 15.00-18.00).  Per eventuale visite fuori stagione rivolgersi alla Cooperativa Imago: tel. 0344 82572
Si percorre a sinistra (guardando il palazzo) la via del Mercato, per arrivare in Piazza Rubini ed entrare nel centro storico dove si trova la chiesetta romanica di S.Maria Martinico. Lungo l’antica strada Regina si raggiunge Barbignano una delle più antiche frazioni di Dongo. Ci si riporta al Palazzo Manzi e lungo via Roma e via tre Pievi ci si porta al ponte sul fiume Albano. Oltrepassato il ponte, dall'altra parte della statale, si raggiunge il bel convento Francescano della Madonna delle Lacrime. La chiesa ha un aspetto seicentesco ed è annessa al convento dei frati francescani. 50m più avanti s’imbocca viale Mons. Bellesini,  che conduce alla chiesa parrocchiale di S. Stefano di origini antichissime ma ricostruita nel 1700.
Qui ha inizio una bellissima passeggiata a lago che ci porta  in ca. 0.50 min a Gravedona dove si visita la bellissima chiesa di S. Maria del Tiglio, una delle chiese romaniche più importanti del lago. Conserva al suo interno preziosi affreschi ed un pregevole crocifisso ligneo. Ci si porta nel centro e nella zona castello, la parte più antica di Gravedona. Nella parte alta del paese si trova la chiesa di Santa Maria delle Grazie detta il Convento, dal sagrato erboso si gode una splendida vista sull’ insenatura di Gravedona. Nel paese, affacciata sul lago, c’è il Palazzo Gallio, maestoso palazzo con torri e loggia, eretto alla fine del Cinquecento dal Cardinale Tolomeo Gallio. Il mercato si svolge al mattino ogni 1° e 3° mercoledì del mese in piazza Trieste.  
Da Gravedona si attraversa il lago con il battello per arrivare a Piona, antico abbazia del IX secolo e da lì si fa ritorna in battello oppure in aliscafo a Menaggio.

Vista su Menaggio  Vista da San Domenico

giovedì: alla scoperta di Menaggio e Breglia.

Nel pieghevole
“Itinerario Storico di Menaggio e le sue frazioni disponibile presso l’ufficio informazioni di Piazza Garibaldi, vengono descritti quattro itinerari, uno per il borgo di Menaggio e gli altri tre per le frazioni.   Per le famiglie l'ufficio turistico propone un divertente itinerario a quiz da seguire insieme all’itinerario del centro. Visitate anche le frazioni: Nobiallo, con la sua parrocchiale dal campanile pendente, Croce con la sua piazzetta tipica e Loveno con le sue bellissime ville, come la Villa Mylius Vigoni. La villa è visitabile al giovedì con una visita guidata che ha inizio alle ore 14.30 tel. 0344 361232.  Da Menaggio si consiglia la panoramica salita con l’autobus (linea C13 ) a Breglia 750 m. Da Breglia si può fare la breve passeggiata al Santuario della Madonna di Breglia partendo dal cimitero (0.15) oppure a San Domenico (0.35) partendo dal parcheggio di Breglia. Vista mozzafiato sul centro lago. Vedi l’itinerario.

   

venerdì: Passeggiata sulla Greenway del Lago e alla scoperta dell'Isola Comacina. 

Si prende il bus C10 fino a Colonno (fermata Borgo delle Uve) dove ha inizio la Greenway, dolce passeggiata di 10 km tra Colonno a Griante, che segue , dei tratti dell'antica Strada Regina. Disponibile un pieghevole. Si segue la Greenway, a mezza costa, attraversando appezzamenti terrazzati e piccoli uliveti fino a Ossuccio (1 ora da Colonno), dove al rondò in fondo alla via Castelli, si scende alla chiesa di S. Maria Maddalena del famoso campanile gotico. Nei pressi della chiesa, è sorto "l'Antiquarium un piccolo museo", dove sono esposte molteplici reperti recuperati sull'Isola Comacina, l'unica isola del lago, ricca in storia (aperto dalle 10.00 alle 17.00). A dispetto delle sue modeste dimensioni, l'isola, oggi disabitata, era un tempo un sito importante, sia da un punto di vista religioso sia politico. Più volte contesa per la sua posizione strategica, fu rasa al suolo dai comaschi nel 1169 come vendetta per la sua alleanza con Milano nella guerra decennale che aveva coinvolto le due capitali. Del suo illustre passato conserva dei resti interessanti. Ci si imbarca per l'Isola dove si segue il percorso archeologico. Per biglietti, visite guidate e informazioni sul servizio di taxi boat per l'Isola rivolgersi all'Antiquarium. Ritorno a Menaggio in battello dall'Isola oppure in autobus da Ossuccio.

 Duomo di Como Villa Olmo

Sabato: alla scoperta di Como.

Prendete il bus della linea C10 da Menaggio a Como.  Il centro di Como, situato all’interno delle antiche mura medievali,
è ricco di monumenti e opere d’arte: sulla suggestiva piazza del Duomo si erge il Broletto, l’antico palazzo comunale del 1200 con accanto la torre campanaria. Il Duomo fu costruito tra la fine del 1300 e la metà del 1700, un vero gioiello che raccoglie in se diversi stili architettonici.  Dell’epoca romanica sono conservate grandi chiese come S. Fedele, S. Abbondio, S. Carpoforo.  Seguita la passeggiata tra le vie della Città Murata
La passeggiata sul lungo lago da Piazza Cavour ai giardini di Villa Olmo permette di ammirare le bellissime ville neoclassiche che sorgono sulle rive.  Giovedì mattina  si svolge il mercato lungo le antiche mura in Viale Cattaneo.
Per ammirare dall'alto la città e l'area comasca del Lario, si consiglia diprendere la funicolare per Brunate.  
Si consiglia di effettuare il ritorno a Menaggio in battello. Questa splendida gita, che dura ca. 2 ore, vi permette di ammirare le bellissime ville e paesi che si affacciano su questo ramo del lago e che dalla strada sono poco visibili. Il ritorno è comunque anche possible in aliscafo oppure con il bus della linea C10.

 

 ARGEGNO funivia Argegno - Pigra

Domenica: Alla scoperta di Argegno e la funivia per Pigra.

Da Menaggio si prende il bus linea C10 fino ad Argegno, un piccolo, caratteristico borgo che sorge alla foce del torrente Telo. L’abitato si divide in due nuclei: il lungolago e il nucleo antico.  Il nucleo storico è arroccato su uno sperone roccioso ed è caratterizzato da viette strette e ripide, resti di fortificazioni, case in sasso e angusti passaggi. Tra i due nuclei si trova la centrale piazzetta Roma e un elegante ponticello medioevale (XII sec), uno dei simboli del paese. Da qui, è possibile raggiungere in circa 40 minuti la seicentesca Chiesetta di S. Anna seguendo una mulattiera a gradoni che corre a sinistra (sud) del torrente Telo.  Un tempo, lungo questa strada, sorgevano mulini per la macinazione di frumento, granturco e castagne e in primavera si svolgevano le processioni per propiziare il raccolto. Oggi a testimoniare questo passato rimangono delle macine utilizzate come elemento decorativo, nicchie e cappelle votive. Alla fine del percorso, una breve scalinata immette a un piazzale erboso dove si erge il piccolo Santuario da cui si domina un bellissimo scorcio di lago.
A l'estremità nord del paese si trova la stazione della funivia Argegno - Pigra. Le corse si effettuano dalle  9.00 alle 21.00 ogni 30 minuti (orario estivo dal 9 giugno al 10 settembre). L’ascesa in funivia da Argegno a Pigra, piccolo paese di montagna (900 m s.l.m.) adagiato su di un verde pianoro offre una stupenda vista del lago e delle montagne circostanti.  Dalla stazione della funivia di Pigra  si può raggiungere in ca. 20 minuti a piedi il Belvedere. Agli escursionisti (solo se allenati) consigliamo il percorso che in due ore,  passando per Corniga, scende a Colonno.
Vedi la descrizione del percorso. Colonno è collegato con la linea dell'autobus C10.
Chi non intraprende la passeggiata riscende in funivia ad Argegno per la visita del suo centro storico. Ritorno a Menaggio in battello oppure in aliscafo. 
 

 

 

 

Piazza Garibaldi, 3 - 22017 Menaggio Como - email: infomenaggio@tiscali.it Tel. 0344/32924 Fax. 0344/32924
© 2013 Comune di Menaggio Tutti i diritti sono riservati.